Saturday 01st November 2014,
ideasnextdoor.com

Immagini anamorfiche

MartinBenes March 20, 2008 Creatività, Tutorials No Comments

Forse molti di voi si saranno chiesti a cosa servono molti dei filtri presenti in Photoshop. Uno dei filtri più interessanti al quale spesso non si sa dare un motivo per esistere è il filtro di distorsione coordinate polari (Polar Coordinates).

Questo filtro che in combinazione con altre tecniche riesce a creare ad esempio bolle di sapone o muri di fuoco dal realismo incredibile ha delle origini molto antiche ed in particolare dobbiamo tornare nel lontano 18 secolo e scoprire cosa fossero le immagini anamorfiche.

cylinder.jpg

poe-hengerrel-d.jpg

In breve le immagini anamorfiche sono quel tipo di immagini che normalmente appaiono distorte ma se guardate riflesse in un cilindro a specchio (ad esempio) diventano perfettamente regolari.

“In particolare l’anaformismo è un effetto di illusione ottica per cui una immagine viene proiettata sul piano in modo distorto, tale per cui il soggetto originale sia riconoscibile solamente guardando l’immagine da una posizione precisa.
Il soggetto originale può essere una figura piana oppure un oggetto tridimensionale. Nel secondo caso, l’osservatore dell’anamorfismo percepirà la figura come tridimensionale. In altri casi la visione è possibile utilizzando uno specchio curvo o cilindrico.”

Continuo citando da wikipedia:”A partire dal rinascimento diversi pittori hanno fatto uso dell’anamorfismo per nascondere significati alternativi in un’opera. Leonardo da Vinci ha tracciato in alcuni suoi appunti diversi esempi di figure anamorfiche. Nella parte inferiore del dipinto Gli ambasciatori di Hans Holbein il Giovane è visibile una strana figura. Osservando il quadro da destra tenendo la testa vicina al piano, si può chiaramente vedere che la figura anamorfizzata è un teschio.

ilgiovane.jpg

Alcuni artisti contemporanei si sono specializzati nel dipingere su pareti di edifici o marciapiedi opere anamorfiche tali che i passanti percepiscano cavità o oggetti tridimensionali che in realtà non esistono.

julian_beever_sidewalk_art3.jpg

Julian Beever è uno dei più famosi artisti che adoperano questa tecnica sicuramente vi sarà già capitato di vedere le sue operte in qualche email virale. Sono molto famose anche le opere di Curt Wenner che usa questo tipo particolare di anamorfismo.

Qui sotto due immagini nelle quali vediamo la stessa immagine scattata da due angolazioni diverse.

wold1.jpg

world.jpg

Tutto questo è molto bello ma la domanda che forse vi state ponendo tutti è:”ok ma…che me ne faccio del filtro coordinate polari? Ci faccio le immagini anamorfiche?”

Facciamo qualche esempio basilare:

rect.jpg

cerch.jpg

Entrambi i risultati sono ottenibili attivando l’opzione “rettangolare a polare” cambiando solamente la distribuzione delle linee.

Ad ogni modo questo è solo l’inizio per farvi capire come orientarvi nell’utilizzo di questo filtro. Resta la regola che mi piace indicare come la più importante (secondo me) ed è la sperimentazione!


Se vi è stato utile quello che ho scritto condividete questo post o lasciate un commento. Se vi volete mettere in contatto con me potete farlo tramite il mio profilo su Facebook.

About The Author

He works with Photoshop and Illustrator in the creative field over 15 years. He is a freelance digital artist and Advanced Photoshop Trainer, X-Rite Coloratti, Fotolia Evangelist, Behance Ambassador in Italy, Adobe ACT and founder of the CreativeProShow. He is also en expert in social media and has a deep understanding of the human psychology. He is often called also for personal coaching and helps people achieving their goals. Actually based between Rome, Cape Town, London and Buenos Aires he loves to travel.